Tecnologia per la traduzione: machine translation

Come in tutti i settori, anche nei servizi linguistici l’Intelligenza Artificiale sta cambiando gli scenari operativi.

Per rispondere soprattutto alle esigenze delle aziende che avvertono la necessità di posizionarsi in tempi rapidi sul mercato e di presentare i loro prodotti a livello globale con un rapido time-to-market, Landoor offre, su richiesta, la tecnologia della traduzione automatica (anche nota come Machine Translation o MT).

Il nostro consiglio ai Clienti è di limitare l’impiego della MT ai documenti che non prevedono una pubblicazione o una distribuzione al pubblico.

Tali elaborazioni devono essere svolte con un unico obiettivo: abbattere sensibilmente tempi e costi di lavorazione, a scapito della qualità.

I motori di traduzione automatica possono infatti essere addestrati in modo specifico sulla terminologia e sul settore merceologico del Cliente, per generare il cosiddetto gisting – una traduzione grezza ma atta allo scopo di consentire la comprensione generale di un testo, per un uso interno aziendale oppure come spunto di partenza per la stesura di altra documentazione.

La traduzione automatica è un’area della linguistica computazionale che utilizza avanzati algoritmi per tradurre testi da una lingua naturale a un’altra, non basandosi su una mera sostituzione di parole, ma facendo affidamento su un elevatissimo numero di regole morfologiche, sintattiche e semantiche.

Esistono svariate tipologie di software per la traduzione automatica. Negli ultimi decenni sono coesistite e si sono sovrapposte varie tecnologie.

A grandi linee possiamo dire che si sono succedute nel tempo tre fasi caratterizzate da altrettanti modelli: la traduzione rule-based, la traduzione statistica e la traduzione neurale.

Dopo attenti e accurati test, in Landoor ci siamo orientati sull’impiego della Machine Translation neurale, l’approccio ormai dominante, che, grazie al suo meccanismo di autoapprendimento (deep learning) basato sull’Intelligenza Artificiale, ci aiuta a ottenere risultati sempre più validi nel corso del tempo.

I nostri traduttori ricevono una formazione specifica per il post-editing della NMT e possono dirsi, a tutti gli effetti, anche degli esperti di tecnologie per il linguaggio, capaci di valutare gli output della traduzione automatica cogliendo tutte le opportunità che essi offrono ed evitando il rischio di produrre risultati non confacenti alle reali esigenze del Cliente.

Protezione dei dati e della proprietà intellettuale

Anche in caso di utilizzo della Machine Translation, con Landoor i dati delle aziende e la proprietà intellettuale sono al sicuro.

Al giorno d’oggi i social media, i bilanci, la documentazione sui prodotti, le policy, i contratti e i documenti legali sono preziose fonti di informazioni che, specie in contesti multinazionali, devono letteralmente fare il giro del mondo, senza però uscire dall’ambiente aziendale.

Le policy dei numerosi strumenti di Machine Translation reperibili gratuitamente online spesso affermano in maniera esplicita che i testi tradotti entreranno a far parte dei loro database e potranno essere riutilizzati in maniera illimitata.

Ecco perché conviene invece affidarsi ai motori di traduzione professionali adottati da Landoor, che, oltre a garantire un addestramento mirato in funzione del settore e della terminologia del cliente, operano nel pieno rispetto del GDPR (General Data Protection Regulation).

Ti serve il nostro aiuto?

Case history

Traduzioni tecniche per il settore alimentare

Traduzioni tecniche per il settore alimentare

Analisi di rischio e controllo preventivo risk-based dell’alimentazione umana Il Cliente è uno…

scopri di più
Ikea Landoor

Uno stile che sfida le convenzioni

Background Noto marchio di arredamento svedese, storico cliente di Landoor, per la press…

scopri di più
traduzioni per il settore medico

Una traduzione in extremis

Background Il Cliente è un’azienda biofarmaceutica di primo piano a livello internazionale, quotata in Borsa,…

scopri di più